strohmer_kommandant

Su di noi

"Quasi 40.000 abitanti della città di Merano si affidano ai Vigili del Fuoco Volontari di Merano. È una grande responsabilità, ma i miei uomini la portano con orgoglio e sono sempre lì per il prossimo. Abbandonano tutto e si precipitano sulla scena. Insieme diamo tutto perché gli altri non perdano tutto".

Comandante Alfred Strohmer

Il Corpo dei Vigili del Fuoco di Merano è considerato il corpo dei vigili del fuoco volontari più attivo dell'Alto Adige. Ogni anno vengono effettuate in media di 500 ai 600 interventi, con particolare attenzione per molti anni algli interventi tecnici. Costituiscono circa il 90% del "lavoro quotidiano" dei vigili del fuoco. Informazioni più dettagliate si trovano nelle statistiche annuali. 

Per essere pronti a qualsiasi sfida, sono necessari un buon addestramento specifico, l'idoneità sanitaria e l'idoneità fisica. Oltre a una grande disponibilità per gli addestramenti intensivi durante l'anno. 
Ogni anno il Corpo dei Vigili del Fuoco di Merano svolge circa 20.000 ore di servizio notturno, corsi di formazione, esercitazioni, interventi e servizi di prevenzione incendi. 

Oltre al territorio di competenza , il centro di Merano, il Corpo dei Vigili del Fuoco come base distrettuale, rifornisce di attrezzature speciali l'intero distretto di Merano. 

Gli attuali 65 membri attivi dei Vigili del Fuoco di Merano hanno a disposizione 15 veicoli nella caserma  in via Leopardi.


 

La STORIA inizia più di 150 anni fa!

LA CITTÀ TERMALE
Line

La storia della città altoatesina di Merano è insolita: dalla sua ascesa a capoluogo di provincia del Tirolo, attraverso il suo declino fino alla modesta "città delle mucche", fino alla sua rinnovata importanza come "città termale di fama internazionale" e come metropoli turistica. Ancora oggi Merano è considerata una moderna città termale e congressuale riconosciuta a livello internazionale. Famoso è il grande Kurhaus, l'adiacente Kurpark con flora mediterranea, un centro storico e allo stesso tempo romantici hotel di lusso. Tutto questo nel mezzo di un meraviglioso paesaggio montuoso intorno alla città.

IL RISCOTRO PIÙ VECCHIO
Line

La più antica testimonianza superstite di estinzione di incendi è il Regolamento degli incendi di Merano, emanato dalla principessa Margarethe Maultasch subito dopo il grande incendio del 1339. Tuttavia, ci sono voluti più di 500 anni prima che i vigili del fuoco di Merano venissero fondati.

POMPIERI GINNASTI
Line

La storia insolita dei Vigili del Fuoco di Merano prende il suo corso con l'introduzione finale di un ordine comunale di spegnimento dei vigili del fuoco. Nell'autunno del 1867 i membri del club di ginnastica, fondato poco prima, fondarono a Merano un corpo dei vigili del fuoco di ginnasti. Un anno dopo, nel 1868, venne ufficialmente fondato il Corpo dei Vigili del Fuoco di Merano. La palestra nel cortile del castello fu lasciata al gruppo e divenne così la prima caserma dei vigili del fuoco dei vigili del fuoco.

PERIODO DI GUERRA
Line

Fin dalla fondazione della società, due guerre mondiali e l'arbitrarietà fascista hanno alleggerito i ranghi dei membri. Così si arrivò allo scioglimento del corpo nel 1925. Tutti gli estintori, le uniformi e le attrezzature sono stati espropriati dalla prefettura italiana con decreto. Viene schierata una comunità o un corpo dei vigili del fuoco professionale. All'epoca, tuttavia, si temeva che i vigili del fuoco non sarebbero stati sufficienti in caso di un grave incendio.

NUOVO INIZIO E RICOSTRUZIONE
Line

Una nuova vita è nata dalle macerie e dalle ceneri alla fine della guerra. Nel novembre 1943 la massima autorità amministrativa del paese diede l'ordine di ricostruire i Vigili del fuoco volontari di Merano, che poi collaborarono con i vigili del fuoco professionisti fino al dopoguerra. Le uniformi e le attrezzature che erano state confiscate nel 1925 non potevano più essere ottenute. Il pioniere dei vigili del fuoco, più tardi ispettore dei vigili del fuoco e funzionario distrettuale, Josef Mayr, era al comando.

AMMODERNAMENTI
Line

Nel 1947, una sala del municipio, che fino ad allora era stata utilizzata come officina, fu trasformata con successo in una caserma dei pompieri. Nel 1948 l'autopompa OPEL BLITZ  della FF Meran fu esposta con orgoglio. Una fotografia storica del 1950 mostra gli sforzi dei soldati intorno a Josef Mayr per trovare veicoli ed equipaggiamenti che rispondessero alle esigenze dell'epoca.I vigili del fuoco professionisti di Merano furono finalmente sciolti nel 1953. Da allora i Vigili del Fuoco Volontari di Merano forniscono servizi di protezione antincendio nella città termale. Alcuni dipendenti comunali sono stati trasferiti ai vigili del fuoco per sostenerne il lavoro. All'inizio c'erano due poliziotti municipali, poi il personale è stato lentamente aumentato fino a 10 uomini. Erano anche inventivi con il materiale, quindi gli aiuti disponibili erano scarsi e hanno reso i pompieri inventivi. Negli incidenti stradali con persone intrappolate, ad esempio, una motosega trasformata è stata utilizzata come troncatrice. Nel 1976 sono stati tra i primi ad acquistare un kit di soccorso completo per l'assistenza tecnica. L'ulteriore storia dell'armamento del corpo di merano andrebbe però al di là di questa storia, e se siete interessati potete saperne di più nella pubblicazione commemorativa "150 anni FF Meran". 

Dalle origini alla caserma dei vigili del fuoco
Line

Nel 1986, dopo due anni e mezzo di costruzione e con un impegno di circa 3,5 miliardi e mezzo di lire, è stata inaugurata la nuova e moderna caserma dei vigili del fuoco in via Leopardi, in sostituzione della vecchia e non più adeguata sala di via Galilei alle spalle del comune. Il pezzo forte della nuova struttura è stato il moderno ufficio stampa. Da quel momento in poi la centrale di Merano si è occupata dell'allerta dei vigili del fuoco e dei soccorsi per l'intero distretto di Merano. La caserma dei Vigili del Fuoco di Merano è anche la base del distretto di Merano e il centro tecnico per gli autoprotettori (stazione di rifornimento per gli autoprotettori del distretto) e per il controllo delle catastrofi (deposito di leganti e materiali). il corpo di merano si trova tutto'oggi nella stessa caserma di via leopardi.

Ad oggi
Line

Oggi sono disponibili 6 collaboratori al corpo dei vigii del fuoco di Merano: il loro compito principale è la manutenzione delle attrezzature. Ogni giorno dalle 07:00 alle 19:00 e dalle 19:00 alle 07:00 un uomo è in servizio. Tuttavia, gli interventi sono ancora effettuati esclusivamente da  volontari. 
Un'altra particolarità del corpo di Merano è il servizio notturno. Almeno 3 volontari sono a disposizione ogni notte (dalle 19:00 alle 7:00) nella caserma per garantire una prima uscita immediata. 

Oggi la FF Merano è considerata il più attivo corpo dei vigili del fuoco volontari dell'Alto Adige, il qui comandante Alfred Strohmer è anche il comandante delegato dei vigili del fuoco locali di Maia bassa, Maia alta, Quarazze, Labers e Montefranco. In qualità di ispettore di sezione, l'ex comandante Karl Gamper rappresenta anche la sezione dei vigili del fuoco del distretto di Merano.

Affinché  una prima uscita venga garantita anche nel periodo tra maggio e agosto anche di domenica e nei giorni festivi estivi almeno 6 uomini sono stazionati in caserma (4 di merano e 2 di quarazze), l'appoggio dei volontari della caserma di quarazze, che lavorano molto intensamente con i volontari di merano, si è dimostrato straordinariamente efficace. Il progetto di azione sugli inteventi con sostanze pericolose e agenti chimici che si bassa sulla collaborazione di tutti i 6 corpi di Merano.

Affinché la popolazione di Merano possa sempre contare sull'aiuto professionale e rapido dei vigili del fuoco in caso di danni, sono necessarie molte ore che i membri volontari sacrificano durante l'addestramento teorico e pratico, gli interventi, i servizi di pronto intervento, ecc.

Cogliamo l'occasione per ringraziare le nostre mogli, le nostre fidanzate e i nostri familiari per la loro comprensione nel corso della storia dei Vigili del Fuoco di Merano, nonché i cittadini che sostengono finanziariamente la caserma dei  Vigili del Fuoco, in modo da poterli aiutare meglio.